Cortona, la strada Basolata e Le Celle di San Francesco

Cortona, la strada Basolata e Le Celle di San Francesco

Il sentiero

Questo percorso parte da località Torreone, raggiungibile proseguendo oltre Cortona in direzione della bellissima Basilica di Santa Margherita. Lasciando qui il vostro mezzo sarà facile individuare, sull’incrocio, la ben segnalata stradina che sale tra le case costeggiando la chiesetta di San Carlo. Siete sul sentiero CAI 561. Dopo aver superato le ultime abitazioni incontrerete una maestà in pietra e successivamente vi inoltrerete nella pineta.

Continuando a salire lungo il percorso la vista si aprirà meravigliosamente su Cortona e su tutta la Valdichiana. Il tracciato prosegue attraverso un castagneto dove comincerete ad incontrare i primi chiari segni dell’ antica strada Basolata.

Il basolato di epoca romana

Il sentiero prende il nome da Basolo o Basola, una lastra di pietra molto resistente, in genere di notevole peso e dimensione, utilizzata dagli antichi Romani per realizzare la pavimentazione stradale sia delle zone urbane che delle vie di collegamento fra Roma e le varie regioni dell’Impero.

Raggiunta quasi la cima vi troverete di fronte un bivio: sulla sinistra si scende verso l’Eremo Le Celle (Sentiero CAI 563), mentre proseguendo dritti sul sentiero 561 si arriva in breve ad un obelisco, la Croce di Sant’Egidio (911mt), nei pressi della quale è situata anche una “malconcia” area pic-nic dove potrete fermarvi per una sosta.

Tornerete quindi sui vostri passi fino a ritrovare il bivio per il sentiero 563. Questo sentiero vi consentirà di tornare verso il punto di partenza passando per il suggestivo Eremo Le Celle. Per tratto dopo l’Eremo è su strada asfaltata fino a trovare una variante parallela su sterro che condurrà a pochi metri dalla porta della città.

L’ eremo Le Celle

Il convento delle Celle è un edificio sacro che si trova in località Le Celle, nel comune di Cortona, in provincia di Arezzo. L’insediamento francescano fu fondato nel 1211 dal santo stesso, che vi ritornò nel 1226 prima di morire, ed è stato profondamente restaurato nel 1969. Il complesso, costruito a cavallo di una stretta valle, è molto suggestivo per l’amenità e la spiritualità del luogo. Le abitazioni dei frati e i locali conventuali sono disposti “a gradoni” su entrambi i versanti della valle.

Arroccato tra le grotte naturali del Monte Sant’Egidio ed è un posto isolato , in mezzo al bosco, vicino a un corso d’acqua. La natura attorno è stupenda e favorisce il suo silenzio e la contemplazione. L’Eremo è il primo convento costruito da San Francesco di Assisi (1211) ed è stato da lui abitato anche dopo aver ricevuto le stimmate. Nella valle sottostante troviamo la piccola cittadina di Cortona in provincia di Arezzo.

La struttura

Il complesso è costruito in modo da seguire il naturale andamento del territorio. Le celle e le altre stanze del Convento, infatti, sono collocate a gradoni sui versanti vallivi, mentre ponti di pietra creano il collegamento tra i locali. Dal 1537 è abitato dai frati francescani Cappuccini che lo hanno scelto, fino al 1988, come luogo di noviziato per i giovani desiderosi di seguire le orme di San Francesco.

Ancora oggi si possono visitare la celletta di San Francesco e l’oratorio dei suoi primi compagni. Questo era l’ideale di Eremo descritto e voluto da San Francesco stesso, come espressione contemplativa del suo ordine.

Ritorno verso Cortona alla Basilica di Santa Margherita

 

Il percorso

List   

Information
Click following button or element on the map to see information about it.
Lf Hiker | E.Pointal contributor

Route4348717-cortona_celle   

Profile

50 100 150 200 5 10 15 Distance (km) Elevation (m)
No data elevation
Name: No data
Distance: No data
Minimum elevation: No data
Maximum elevation: No data
Elevation gain: No data
Elevation loss: No data
Duration: No data

Description

Add here your formated description

Follow me!

    Lascia un commento