“Quo Vadis?”: il sentiero delle Orme di Cristo

“Quo Vadis?”: il sentiero delle Orme di Cristo

Introduzione

Esiste un sentiero, nella provincia di Pisa nei pressi di Sassa, da percorrere nella natura incontaminata dove la storia, la leggenda e credenze popolari lo renderanno ancora più coinvolgente soprattutto se in tutto ciò i protagonisti sono personaggi come Gesù ed il suo discepolo Pietro.

“Quo Vadis, Domine?”: la leggenda ufficiale dell’incontro

Durante la persecuzione cristiana inflitta da Nerone nel 64 d.c. l’Apostolo Pietro fugge da Roma ma poco fuori dalla città nei pressi dell’incrocio della Via Appia con l’Ardeatina, gli appare Gesù Cristo ed alla domanda del futuro Santo: “Quo Vadis, Domine?” (dove vai, Signore?), Gesù rispose: “Roma, ut interim crucifigar” (A Roma, per essere crocifisso una seconda volta).

Con questa risposta da parte del Signore, l’apostolo si convinse che  gli stava chiedendo di rientrare ed accettare il martirio, quindi obbedì e tornò indietro verso Roma.

Nel luogo dell’incontro adesso c’è una chiesetta nella quale vi è conservata una pietra di marmo, veneratissima dai fedeli, sulla quale sono impresse due orme a memoria del fatto leggendario.

La spiegazione di quelle impronte, il cui calco originale è custodito nella Basilica di San Sebastiano fuori le mura, sembra però risultare molto più prosaica, in quanto pare si tratti di un ex voto propiziatorio, proveniente da un tempio pagano, offerto da un viaggiatore romano per garantirsi il buon esito del lungo viaggio che stava per affrontare.

E se l’incontro tra Cristo Redentore e Pietro fosse accaduto in un altro luogo?

Da Roma al suggestivo borgo di Sassa in Toscana

Al di là della fede, della storia e delle leggende, secondo lo storico toscano don Mario Bocci, viene rilanciata l’ipotesi della possibilità che il fatidico incontro di Pietro potesse aver avuto luogo nei boschi di Poggio al Pruno, vicino all’attuale borgo di Sassa a pochi chilometri da Volterra, nella provincia di Pisa, in Toscana.

Proprio qui infatti si trovavano delle piccole proprietà terriere appartenute a un carissimo amico dell’apostolo, dove perciò avrebbe potuto facilmente celarsi durante le persecuzioni scatenate da Nerone contro i cristiani.

 

La leggenda delle Orme di Cristo a Sassa

Una leggenda collega Sassa ai primi anni del Cristianesimo, quando nei boschi di Montalpruno sarebbe avvenuto l’incontro tra san Pietro e Cristo Redentore.

Si racconta in proposito che su “Poggi Sassa” presso il botro della Canonica in località “La Chiesa”, dove ancora oggi sono visibili alcune delle sue rovine parzialmente ricoperte dalla vegetazione, si fosse rifugiato San Pietro per sfuggire alle persecuzioni di Roma.

Secondo la tradizione fu questo il luogo dove sarebbe avvenuto l’Evangelico incontro, dove Pietro pronunciò la famosa domanda “Quo Vadis, Domine?”.

Il Redentore apparsogli davanti per convincerlo a tornare indietro e accettare il martirio, lasciò su di un sasso del luogo le sue orme a testimonianza dell’accaduto.

E come la tradizione quelle orme sono rimaste fino ai nostri giorni, ancora visibili su di un sasso di quella via parallela all’Aurelia chiamata la via dei monti, sentiero percorso da contadini, pastori e briganti, ma sicuro luogo scelto da Pietro per evitare la militarizzata strada quale era l’Aurelia di quel tempo.

Il borgo di Sassa e la Macchia della Magona

Sassa è una frazione del comune italiano di Montecatini Val di Cecina, nella provincia di Pisa, in Toscana.

ll borgo è situato alla sinistra dello Sterza, un affluente del fiume Cecina, sulle propaggini orientali del Poggio al Pruno, dalle quali si può ammirare anche un ampio tratto di mare, comprese alcune isole dell’Arcipelago Toscano.

Il luogo è circondato dalla selvaggia Area Protetta chiamata Macchia della Magona, un complesso demaniale regionale, sfruttato in epoca granducale per fornire legna da ardere alla Reale Magona di Cecina, per la fusione del ferro.

Siamo oggi in presenza di una vasta area ricoperta di boschi e macchia mediterranea, con caratteri paesaggistici, vegetazionali e faunistici di pregio.

Dominano i boschi di leccio, spesso accompagnati da altre specie arboree, e la macchia mediterranea alta o forteto.

Nel complesso è presente una capillare rete di itinerari naturalistici, percorribili a piedi, a cavallo e con mountain-bike, tra i quali sono presenti un percorso botanico per non vedenti, utilizzabile anche da soggetti con difficoltà motorie ed un percorso di tiro con l’arco.

 

Informazioni del percorso

Siamo stati sul luogo molte volte alla ricerca della leggendaria pietra delle Orme ritornando alla nostra dimora, circa 50 chilometri di distanza verso sud, con risultati negativi.

Informazioni locali certe volte ci condussero fuori “pista, altre volte ci fecero girare intorno al nostro obbiettivo.

Grazie alla posizione Gps dataci da ricercatori del luogo, gli amici di Pomarance del blog la ‘arrozza der Gambini, siamo arrivati alla meta, alla pietra delle Orme di Cristo.

Abbiamo tracciato un percorso bellissimo che partendo dal Borgo di Sassa sale su Poggio al Pruno per poi discendere ed arrivare al Botro della Canonica, alla pietra delle Orme, per poi ritornare a Sassa.

Durante il percorso guadato su pietre il piccolo ruscello Botro della Canonica si trovano sul lato destro i ruderi di un antico edificio e poi successivamente è possibile trovare, posta sulla destra del sentiero, la pietra delle Orme indicata da piccole freccie rosse arrangiate dipinte su pietra.

Consigliamo le amministrazioni locali di valorizzare il luogo della Roccia delle Orme: và arricchire la storia e la tradizione non solo del piccolo borgo di Sassa ed il territorio circostante, ma di una regione quale la Toscana.

Il percorso è circa 13 chilometri.

List   

Information
Click following button or element on the map to see information about it.
Lf Hiker | E.Pointal contributor

Sassa_il_sentiero_delle_Orme   

Profile

50 100 150 200 5 10 15 Distance (km) Elevation (m)
No data elevation
Name: No data
Distance: No data
Minimum elevation: No data
Maximum elevation: No data
Elevation gain: No data
Elevation loss: No data
Duration: No data

Description

Add here your formated description

Galleria fotografica

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Fonti varie:

La ‘arrozza der Gambini

Comune di Montecatini Val di Cecina

Toscana ovunque bella

Wikipedia

Parks

 

Seguici!

LA CHECK-LIST PER IL CAMMINO

UTILIZZATA PER IL CAMMINO DI SANTIAGO, VIA FRANCIGENA, VIA DEGLI DEI E VIA GHIBELLINA

Rispondi