La Strada delle 52 Gallerie

La Strada delle 52 Gallerie

Storia

La Strada delle 52 Gallerie (o strada della Prima Armata) è una mulattiera militare costruita durante la prima guerra mondiale sul massiccio del Pasubio, nell’Italia nord-orientale.

La strada si snoda fra Bocchetta Campiglia (1.216 m) e le porte del Pasubio (1.934 m) attraversando il versante meridionale del monte, non raggiungibile dal tiro dell’artiglieria austro-ungarica, caratterizzato da guglie, gole profonde e pareti rocciose a perpendicolo.

La sua realizzazione fu di grande importanza strategica, in quanto permetteva la comunicazione e il passaggio dei rifornimenti dalle retrovie italiane alla zona sommitale del Pasubio, ove correva la prima linea, al riparo dal fuoco nemico.

L’ideatore della strada fu il capitano del genio Leopoldo Motti, caduto poi il 29 settembre 1917 durante l’esplosione della prima mina austriaca sul Dente Italiano.

La strada è un vero e proprio capolavoro d’ingegneria militare e di arditezza, considerando anche le condizioni e l’epoca in cui fu costruita, nonché la rapidità d’esecuzione: i lavori cominciarono il 6 febbraio 1917 e furono conclusi nel novembre 1917.

Fu realizzata dalla 33ª Compagnia minatori del 5º reggimento dell’Arma del genio dell’Esercito Italiano, con l’aiuto di sei centurie di lavoratori.

Nei primi giorni di dicembre 1917, prima di lasciare il Pasubio, la 33ª Compagnia minatori inaugurò simbolicamente la strada, abbattendo un muro costruito appositamente davanti alla prima galleria.

Sarà la 25ª Compagnia minatori, assieme alle centurie rimaste, ad ultimare la strada, comprese le gallerie 49 e 50, ed in definitiva ad aprirla.

Caratteristiche

Lunga 6.555 metri, dei quali ben 2.335 sono suddivisi nelle 52 gallerie scavate nella roccia; ogni galleria è numerata e caratterizzata da una propria denominazione, la larghezza minima è stata originariamente prevista in 2,20 m per permettere il transito contemporaneo di due muli con le relative salmerie.

La pendenza della strada raggiunge il 22 per cento, con una media del dodici per cento.

Caratteristica, tra le molte gallerie, è la 19ª perché, oltre a essere la più lunga (320 m), ha un tracciato elicoidale a 4 tornanti, all’interno di un gigantesco torrione di roccia.

Anche la successiva n. 20 è scavata all’interno di un torrione roccioso.

Il tratto della 43ª corre sotto il passo Fontana d’Oro (1.875 m).

All’uscita della 47ª si raggiunge il punto più alto della strada (2.000 m), dal quale si gode un panorama grandioso.

Dal 1991 a ciascuna delle 52 gallerie è stato assegnato un numero progressivo e un nome.

Il Percorso

La strada delle 52 gallerie è un percorso praticabile tranquillamente a piedi nel periodo estivo, identificato dal segnavia 366.

Questo percorso viene ritenuto interessante sotto vari punti di vista, da quello paesaggistico a quelli storico e ingegneristico.

Il dislivello è di circa 750 metri, la partenza del percorso è presso il parcheggio a pagamento di Bocchetta Campiglia e la salita fino al Rifugio Papa dura tra le 2,5/3 ore.

È necessario avere con sé la torcia elettrica per poter agevolmente superare le parti maggiormente buie delle gallerie, oltre che prestare attenzione nell’inizio di primavera poiché è possibile trovare ancora neve.

Non è consigliabile percorrerla con temporali o comunque brutto tempo, poiché possono dare luogo a scariche improvvise di sassi e fango.

È possibile scendere per la strada degli Scarubbi, molto più comoda, che riporta al parcheggio.

Dal Rifugio Papa è possibile proseguire verso il rifugio Vincenzo Lancia o visitare il Dente Italiano.

Dallo stesso rifugio è possibile proseguire per il Sentiero europeo E5 e il Sentiero della Pace.

La traccia

Direzione Monte Pasubio e ritorno dalla via degli Scarubbi, 16 km.

Arrivo al rifugio Gen. Achille Papa quota 1928 mt

List   

Information
Click following button or element on the map to see information about it.
Lf Hiker | E.Pointal contributor

52-gallerie-del-pasubio   

Profile

50 100 150 200 5 10 15 Distance (km) Elevation (m)
No data elevation
Name: No data
Distance: No data
Minimum elevation: No data
Maximum elevation: No data
Elevation gain: No data
Elevation loss: No data
Duration: No data

Description

Add here your formated description

Fonte: Wikipedia

Seguici!

LA CHECK-LIST PER IL CAMMINO

UTILIZZATA PER IL CAMMINO DI SANTIAGO, VIA FRANCIGENA, VIA DEGLI DEI E VIA GHIBELLINA

Rispondi