I forti spagnoli di Porto Ercole

I forti spagnoli
Tempo di lettura: 4 minuti

Porto Ercole è un caratteristico borgo marinaresco, ubicato a sud-est nel promontorio dell’Argentario, nella Maremma Grossetana.

Dalle origini etrusche, oramai non più visibili, e percorrendo un sentiero che conduce ai forti spagnoli, costruzioni militari per difendere lo Stato dei Presidi, sembra di essere nella Spagna dei “Conquistadores” del 1500.

Lo stato dei Presidi fu un protettorato situato in Toscana, creato per volontà del re di Spagna Filippo II, in occasione del trattato di Londra del 1557, per controllare terre e mari della zona tirrenica, così come la geopolitica dell’Italia Centrale.

Lo Stato fu principalmente un territorio militare, nel quale gli interventi del governo centrale, furono concentrati al potenziamento delle strutture difensive: possedimenti strategici per la difesa dei territori dalle incursioni barbaresche e dalle mire espansionistiche della Francia.

Furono costruite nel promontorio quattro fortificazioni: Forte di Santa Caterina, Forte Filippo, la Rocca Spagnola ed il Forte a Stella.

Nel 1801 con la cessione dei territori alla Francia, fu decretato la fine dello Stato dei Presìdi, che divenne parte del Regno d’Etruria creato da Napoleone.

Il percorso che abbiamo fatto, porterà a scoprire gli antichi baluardi spagnoli, con scorci mozzafiato sulle suggestive scogliere dell’Argentario: una simbiosi di “monumenti” storici e naturali, di questa selvaggia terra di conquista denominata Maremma.

A Porto Ercole è possibile degustare piatti tradizionali come il “Caldaro dell’Argentario”, una zuppa di pesce povero, e le “Fiche maschie”, riconoscimento PAT come “prodotto agroalimentare tradizionale italiano”, ossia del pesce essiccato a bordo dei pescherecci.

Il percorso

Partendo dal parcheggio di Cala Galera, il sentiero sale fino a Forte Santa Caterina, poi al Forte Filippo, dove è possibile percorrere il giro di ronda sui muraglioni, come una guardia del 1500.

Scendendo verso la costa, si attraversa il porticciolo per poi entrare nell’antico borgo di Porto Ercole, visitando vicoli e piazzette che si affacciano sul mare.

Dal borgo, una ripida scalinata arriva al Palazzo del Governatore nella Rocca, una fortezza spagnola edificata nel XVI°.

L’escursione continua fino ad arrivare fino al Forte Stella e concludendo il percorso ad anello, il ritorno a Porto Ercole e poi a Cala Galera.

Partenza dal parcheggio di Cala Galera (Google Maps)

Distanza 12,1 km

Dislivello in salita 330 m

Quota max 152 m

Sentieri 19, 26, 14A, 17

Difficoltà E

List   

Information
Click following button or element on the map to see information about it.
Lf Hiker | E.Pointal contributor

Porto-ercole-giro-dei-forti-spagnoli   

Profile

50 100 150 200 5 10 15 Distance (km) Elevation (m)
No data elevation
Name: No data
Distance: No data
Minimum elevation: No data
Maximum elevation: No data
Elevation gain: No data
Elevation loss: No data
Duration: No data

Description

Add here your formated description

Mappa in pdf con qr-code per attivare la traccia gpx:

Traccia gpx da caricare su un dispositivo gps/smartphone:

Newsletter
Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato sui nuovi post. In omaggio una guida digitale e l'accesso a tutte le tracce dei percorsi.
icon

Di Walt

TOSCANA, MASSA MARITTIMA. ISTRUTTORE DI TREKKING CSEN-CONI. Tra le mie passioni oltre al trekking, l'outdoor e la montagna, ci sono i viaggi con zaino in spalla, la preistoria dell'uomo, la fotografia, food & wine e le tradizioni dei luoghi. Sono anche un ex speleologo e con questo sono ancora affascinato dal mondo sotterraneo.

Iscriviti alla newsletter, in omaggio una guida digitale
EnglishItalianSpanish
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: