Cima del Redentore, il belvedere sulla fioritura di  Castelluccio

La cima del Redentore fa parte del gruppo montuoso del Vettore e con i suoi 2.448 metri di altitudine è la sommità più elevata dell’Umbria, in provincia di Perugia. Monte Vettore con la Cima del Redentore Queste affascinanti montagne appartengono ai monti Sibillini e fanno da confine naturale tra Umbria e Marche e la cosa…… Continua a leggere Cima del Redentore, il belvedere sulla fioritura di  Castelluccio

Il monte Vettore il re dei Sibillini

Il monte Vettore, situato nell’Appenino umbro-marchigiano, con un’altitudine di 2.476 metri è il più elevato del gruppo dei monti Sibillini: non a caso il nome deriva dal latino “Vincitore” proprio per le sua altitudine rispetto alle altre montagne. La cima del Vettore Lo spartiacque del gruppo montuoso del monte Vettore, con la sua forma a…… Continua a leggere Il monte Vettore il re dei Sibillini

Pania della Croce la regina delle Alpi Apuane

“O monte che regni tra il fumo del nembo e tra il lume degli astri, tu nutri nei poggi il profumo dei timi, di mente e mentastri” “La Pania” di Giovanni Pascoli Pania della Croce La Pania della Croce chiamata anche la Regina delle Alpi Apuane per i dolci e bellissimi rilievi, con i suoi 1.859…… Continua a leggere Pania della Croce la regina delle Alpi Apuane

Il Monte Calvi, terrazza sull’arcipelago toscano

Il monte Calvi Il monte Calvi con i sui  646 metri di altitudine è un rilievo della provincia di Livorno in Toscana. Esclusi alcuni monti più elevati  presenti sull’isola d’Elba, il monte Calvi è il più alto della provincia estesa sulla terraferma. Il monte Calvi per la diversità floristica e faunistica che lo caratterizza è…… Continua a leggere Il Monte Calvi, terrazza sull’arcipelago toscano

Salire sul Monte Prado, la cima più alta della Toscana

Il monte Prado Il monte Prado è alto 2.054 metri ed è la montagna più alta della Toscana. Posto sullo spartiacque dell’Appennino tosco-emiliano il cui crinale segna il confine tra la provincia di Reggio Emilia e la provincia di Lucca. È uno sito di interesse comunitario e zona di protezione speciale, interamente contenuto nel Parco nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano.…… Continua a leggere Salire sul Monte Prado, la cima più alta della Toscana

Il Pratomagno, una prateria a 1600 metri

Il Pratomagno Il Pratomagno è una dorsale montuosa che raggiunge la quota di 1592 metri in corrispondenza del monumento Croce del Pratomagno ed è situata tra Valdarno superiore e il Casentino in parte nella provincia di Arezzo ed in parte in quella di Firenze. Il fiume Arno lungo il suo percorso delimita la dorsale del Pratomagno…… Continua a leggere Il Pratomagno, una prateria a 1600 metri

L’albero più alto d’Italia lungo il sentiero dei Giganti

L’albero più alto d’Italia Sette mesi fà percorrendo l’antica Via Ghibellina da Firenze a la Verna e lasciandoci alle spalle il monastero di Vallombrosa, incontrammo Mario, oramai boscaiolo per passione, che tra una chiacchiera e l’altra ci disse: Ma lo sapete che qui a du’ passi c’è la pianta più alta d’Italia?! L’albero più alto…… Continua a leggere L’albero più alto d’Italia lungo il sentiero dei Giganti

L’eremo templare di Poggio Conte

L’eremo di Poggio Conte L’eremo di Poggio Conte è situato nel comune di Ischia di Castro in provincia di Viterbo e dipendente dal Monastero di San Colombano di Castro ed è uno dei luoghi più magici della Tuscia. Immerso nel verde del bosco e scavato nel cuore della roccia, l’eremo di Poggio Conte cela una…… Continua a leggere L’eremo templare di Poggio Conte

Le Vie Cave di Pitigliano

Pitigliano Pitigliano è caratteristico centro storico della provincia di Grosseto, noto come la piccola Gerusalemme, per la storica presenza di una comunità ebraica, da sempre ben integrata nel contesto sociale che qui ha la propria sinagoga. Pitigliano è inserito nella lista dei borghi più belli d’Italia patrocinata dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani. Arrivando a Pitigliano dal mare, salendo…… Continua a leggere Le Vie Cave di Pitigliano

Dietro la Monnalisa nelle suggestive Balze del Valdarno

Le Balze del Valdarno Le Balze del Valdarno in provincia di Arezzo in Toscana, sono un geotopo caratteristico, costituite da sabbie, argille e ghiaie stratificate, alte fino a un centinaio di metri, di forme diversificate, intercalate da profonde gole. Queste sono il risultato dell’erosione dei sedimenti pliocenici lacustri del Valdarno Superiore da parte degli agenti atmosferici e dei corsi d’acqua.…… Continua a leggere Dietro la Monnalisa nelle suggestive Balze del Valdarno

Attorno al lago dell’Accesa tra Etruschi e leggenda

Il lago dell'Accesa

Lago dell’Accesa Il lago dell’Accesa si trova nell’area di degradazione delle Colline Metallifere grossetane verso la Maremma grossetana, all’estremità meridionale del territorio comunale di Massa Marittima. Il lago, di origine carsica alimentato da una sorgente sotterranea , dà vita al fiume Bruna, ed è caratterizzato da profondità variabili mediamente tra i 20 e i 40…… Continua a leggere Attorno al lago dell’Accesa tra Etruschi e leggenda

La Foresta del Teso a Maresca

Al nostro Amico Franco… La Foresta del Teso La Foresta del Teso si estende per 1915 ettari da quota 795 fino a 1.732 metri di altitudine, da Pracchia a San Marcello Pistoiese, dal fiume Reno al torrente Verdiana, conservando il suo nucleo a Maresca ed Orsigna, in provincia di Pistoia in Toscana. La foresta caratterizzata…… Continua a leggere La Foresta del Teso a Maresca

I sentieri per la spiaggia musicale di Cala Violina

La spiaggia di Cala Violina Cala Violina è una caletta della Maremma grossetana situata tra Follonica e Punta Ala nel territorio comunale di Scarlino, che si apre sul mar Tirreno all’interno della riserva naturale delle Bandite di Scarlino. La caletta è racchiusa tra i due promontori di Punta Martina a nord, che la divide da…… Continua a leggere I sentieri per la spiaggia musicale di Cala Violina

La sentieristica delle Cornate

Le Cornate

Quando le Cornate portan il cappello il Maremmano apre l’ombrello Antico proverbio Maremmano Le Colline Metallifere Le Colline Metallifere costituiscono il principale e più esteso sistema collinare e montuoso dell’Anti-appennino toscano. Si estendono nella parte centro-occidentale della Toscana, interessando ben quattro province, la parte sud-orientale della provincia di Livorno, la parte meridionale della provincia di…… Continua a leggere La sentieristica delle Cornate

I sentieri Templari a Rocchette di Fazio

Rocchette di Fazio e i cavalieri Templari Rocchette di Fazio è un caratteristico e scenografico borgo medievale nell’area del Monte Amiata, situato nel comune di Semproniano nella provincia di Grosseto in Toscana. Arroccato su una pittoresca rupe calcarea a strapiombo sulle valli del fiume Albegna è circondato da una natura incontaminata della Riserva naturale Bosco…… Continua a leggere I sentieri Templari a Rocchette di Fazio

A Capalbio, percorrendo gli ultimi passi di Tiburzi

Il percorso …Tiburzi invece  sparò anche lui ma colpì un otre in terracotta, i militari risposero al fuoco e colpirono Domenichino alle gambe e al torace, uccidendolo sul posto… Così moriva Domenico Tiburzi, il brigante più popolare della Maremma, la notte tra il 23 e il 24 ottobre del 1896, in uno scontro a fuoco…… Continua a leggere A Capalbio, percorrendo gli ultimi passi di Tiburzi

La Quercia delle Streghe, quella di Pinocchio

La Quercia delle Streghe La Quercia delle Streghe o Farnia delle Streghe è un albero monumentale in provincia di Lucca. Si tratta di un esemplare di roverella (Quercus pubescens), la specie di quercia più diffusa in Italia. La Quercia delle Streghe è situata nel parco di villa Carrara a Gragnano, frazione di Capannori, in località…… Continua a leggere La Quercia delle Streghe, quella di Pinocchio

Camminando nella faggeta del monte Amiata: la più vasta d’Europa

Il monte Amiata Il monte Amiata è un gruppo montuoso di origine vulcanica, situato nell’Antiappennino toscano, tra la Maremma, la Val d’Orcia e la Val di Paglia, compreso tra la provincia di Grosseto e quella di Siena, in Toscana. L’origine del toponimo Amiata è stata da alcuni individuata nel latino ad meata, ossia «alle sorgenti».…… Continua a leggere Camminando nella faggeta del monte Amiata: la più vasta d’Europa

Il Gladiatore, camminare nel film di Ridley Scott

Il film AL MIO SEGNALE, SCATENATE L’INFERNO! l gladiatore è un film colossal del 2000 diretto da Ridley Scott, interpretato da Russell Crowe, Joaquin Phoenix, Connie Nielsen, Richard Harris, Oliver Reed e Tomas Arana. Crowe interpreta il fedele generale Maximus, che viene tradito quando Commodo, l’ambizioso figlio dell’imperatore Marco Aurelio, assassina il padre e s’impossessa…… Continua a leggere Il Gladiatore, camminare nel film di Ridley Scott

“Quo Vadis?”: il sentiero delle Orme di Cristo

Panorama da Sassa

Introduzione Esiste un sentiero, nella provincia di Pisa nei pressi di Sassa, da percorrere nella natura incontaminata dove la storia, la leggenda e credenze popolari lo renderanno ancora più coinvolgente soprattutto se in tutto ciò i protagonisti sono Gesù ed il suo discepolo Pietro. “Quo Vadis, Domine?”: la leggenda ufficiale dell’incontro Durante la persecuzione cristiana…… Continua a leggere “Quo Vadis?”: il sentiero delle Orme di Cristo

Al Masso del Diavolo a Pietramarina

Masso del Diavolo

Area protetta di Pietramarina L’Area protetta di Pietramarina è situata nel comune di Carmignano in Provincia di Prato a pochi chilometri sia del capoluogo stesso a sud ovest sia da Firenze a ovest. Pietramarina è il nome di una delle vette più alte del Montalbano a cavallo fra il versante di Faltognano-Vitolini e quello opposto…… Continua a leggere Al Masso del Diavolo a Pietramarina

La via di San Galgano e la spada nella roccia

La valle del fiume Merse ed il borgo di Chiusdino La Val di Merse è un territorio incontaminato che si estende nella parte sud-occidentale tra le Crete Senesi e le prime propaggini nord-orientali delle Colline Metallifere della Maremma. Il paesaggio naturale è rappresentato da colline dolci e vallate ricche di boschi di lecci, castagni e ginestre. Gran…… Continua a leggere La via di San Galgano e la spada nella roccia

Le Biancane, la piccola Islanda in Maremma

Dall’Islanda alla Maremma Quando pensiamo a quei “fumi” che il sottosuolo sprigiona naturalmente e rende la visione di quel paesaggio paragonabile all’inferno dantesco, tutto ci riporta all’Islanda che è l’espressione massima più nota di certi fenomeni geotermici. Esistono altre realtà più o meno grandi che rendono uniche alcune aree di questo pianeta: una di queste…… Continua a leggere Le Biancane, la piccola Islanda in Maremma

La sorgente dell’Ombrone a San Gusme’

Sorgente dell'Ombrone

La sorgente del fiume Ombrone L’Ombrone è il fiume più importante della Maremma grossetana con una lunghezza di circa 160 chilometri ed il secondo fiume più importante della Toscana dopo l’Arno. Sfocia nel mar Tirreno a breve distanza da Grosseto ma chiedere ad un maremmano dove sia la sua sorgente…non si avranno delle risposte. Magari…… Continua a leggere La sorgente dell’Ombrone a San Gusme’

La Via dei Cavalleggeri

La via dei Cavalleggeri

La Via dei Cavalleggeri La Via dei Cavalleggeri è un antico percorso costiero strategico e militare del XVI° secolo che da Livorno giungeva al promontorio di Piombino sviluppandosi per circa duecento chilometri. Questa antica via fu creata per volere del Granduca di Toscana Cosimo I de’ Medici come pattugliamento costiero congiungendo un sistema di difesa…… Continua a leggere La Via dei Cavalleggeri

Il giro dei borghi della Val d’Asso

La valle di San Giovanni d’Asso Il territorio di San Giovanni d’Asso, municipalità di Montalcino, copre la zona centro-meridionale delle Crete Senesi, raggiungendo il confine settentrionale della Val d’Orcia. Il paesaggio è caratterizzato da vari rilievi collinari con vasti e aridi terreni argillosi e con boscaglie nei pressi dei numerosi corsi d’acqua, prevalentemente ruscelli e…… Continua a leggere Il giro dei borghi della Val d’Asso

Antico sentiero dell’Eremo di Calomini

Calomini

La leggenda del Santuario incastonato nella roccia In Garfagnana in provincia di Lucca un antico sentiero porta all’Eremo di Calomini. Situato a ridosso di uno strapiombo roccioso e scavato quasi interamente nella roccia, il santuario venne edificato dove si narra dell’apparizione della Madonna ad una ragazza di Campolemisi intorno all’anno Mille. La sacra immagine, abbozzata…… Continua a leggere Antico sentiero dell’Eremo di Calomini

I forti spagnoli di Porto Ercole

I forti spagnoli

Il sistema dei forti Quanta Spagna nella Maremma Toscana attraverso il Forte di Santa Caterina, Forte Filippo, la Rocca Spagnola e Forte Stella, costruzioni della seconda metà del 1500 per difendere lo Stato dei Presìdi. Lo Stato dei Presìdi fu un protettorato situato in Toscana, creato per volontà del re di Spagna Filippo II in…… Continua a leggere I forti spagnoli di Porto Ercole

Le Vie Cave

La rete viaria e le necropoli Etrusche Le Vie Cave, denominate anche Cavoni, costituiscono una suggestiva rete viaria di epoca etrusca che collega vari insediamenti e necropoli nell’area compresa tra Sovana, Sorano e Pitigliano, sviluppandosi prevalentemente in trincea tra ripide pareti rocciose di tufo, a tratti alte oltre i venti metri: queste caratteristiche costituivano anche un efficace sistema di difesa contro possibili invasori. In…… Continua a leggere Le Vie Cave

La via Basolata romana a Le Celle di San Francesco

Le Celle

L’eremo Le Celle Il convento delle Celle è un edificio sacro che si trova in località Le Celle, nel comune di Cortona, in provincia di Arezzo. L’insediamento francescano fu fondato nel 1211 dal santo stesso, che vi ritornò nel 1226 prima di morire, ed è stato profondamente restaurato nel 1969. Il complesso, costruito a cavallo…… Continua a leggere La via Basolata romana a Le Celle di San Francesco

EnglishItalianSpanish